SiocialHot

Translate

mercoledì 4 giugno 2014

Non ti potrò scordar, Casetta mia


Era il 2 Giugno del 1954 quando Secondo Casadei, 

scrisse il brano che da allora risuona orgoglioso sulle terre della Romagna.

"L'occasione si presenta nel 1954, quando, trovandosi a Milano per una delle due incisioni annuali, deve sostituire un solista che si è improvvisamente ammalato. Propone il brano a Dino Olivieri, direttore artistico dell'etichetta discografica La voce del padrone, che ascoltando il motivo, gli suggerisce di modificare il titolo in Romagna mia, sapendo quanto grande è l'amore del maestro per la propria terra. La canzone, con il nuovo titolo, viene cantata da Fred Mariani e Arte Tamburini."

Da un occasione colta per caso, Secondo riusci a creare ciò che bellicamente chiamiamo una vera e propria onda d'urto.

Alcuni mesi dopo Casadei racconta in casa:
 “Ho sentito un muratore che, mentre era sull’impalcatura, fischiava il ritornello di “Romagna mia”, ed anche l’altro giorno, arrivando a Forlì in stazione, c’era un facchino che la canticchiava...Buon segno!” 

Televisioni, radio, cd a go go... tutta Italia e non solo risuona questa canzone.
Siamo negli anni '60 e io non ero neanche in programma, ma dal passaparola e le storie della nonna , so per certo che l'epidemica Romagna Mia conquistò l'intera penisola con il suo ritmo caldo e popolare sgominando qualsiasi altra concorrenza.

Chissà perchè piaque così tanto??
Bisognava vivere in quel periodo per capirlo... forse perchè è stata scritta nel modo giusto al momento giusto ??
L'influenza americana andava stretta forse agli Italiani del tempo.....MICA COME ADESSO!!
In un’edizione del Resto del Carlino datata 1954, il giornalista riporta ammirato e divertito l’esperienza di una serata in cui Aurelio Casadei in arte Secondo, l’autore di Romagna Mia, acclamato dalla folla, riduce al silenzio a colpi di musica l’altra orchestra in programma per la serata, quella americana.
“Il primato del liscio in sala da ballo viene ripristinato dopo l’invasione dei generi d’oltreoceano avvenuta nell’immediato dopoguerra”. “Casadei il Liberatore!”, recita un altro articolo del Corriere della Sera.
Secondo Casadei da quel momento non è più un suonatore, un musicista, un compositore; diviene un mito, una bandiera. Da quel momento, come recitano gli strilloni del tempo, è l’uomo che sconfisse il Boogie ! 


Fu la canzone Italiana più suonata nelle Balere Italiane secondo i dati Siae... impressionante a pensarci!


 Un Inno alla Romagna scritto e intrepretato in perfetta coesione tra strumenti e testo.

 Ascoltiamo allora in originale :

 Secondo Casadei - Romagna mia (1954)

 
IL TESTO                                                          

 Sento la nostalgia d'un passato
Ove la mamma mia ho lasciato
Non ti potrò scordar,
Casetta mia
E in questa notte stellata,
La mia serenata
Io canto per te
Romagna mia
Romagna in fiore
Tu sei la stella
Tu sei l'amore
Quando ti penso,
Vorrei tornare,       
Dalla mia bella,
Al casolare

Romagna, Romagna mia
Lontan da te
Non si può star
Quando ti penso,
Vorrei tornare,
Dalla mia bella,
Al casolare
Romagna, Romagna mia
Lontan da te
Non si può star

E' musica passata ok, forse al ritmo Rap dei tempi d'oggi avrebbe spaccato!! 

Noooo... che malsana idea...

Molti artisti riproposero negli anni questa canzone, risaltandone l'importanza.
"Recentemente", nel 2012, apparse anche a SanRemo suonata il gran duo formato da Goran Bregovic e Samuele Bersani.                               
Notevole come fili il testo su una melodia Gipsy .

E tanti ma tanti altri ancora:
CLAUDIO VILLA, NARCISO PARIGI, NILLA PIZZI, ORIETTA BERTI, ROSANNA FRATELLO, GIORGIO CONSOLINI,FRANCESCO GUCCINI, GIGI PROIETTI, FIORELLO, IVA ZANICCHI, SPAGNA, JOVANOTTI, I NOMADI,RENZO ARBORE, DEEP PURPLE,PAVAROTTI....

Tradotta in tante lingue, persino Giapponese!!!

Auguri ROMAGNA MIA, 60 anni più che portati bene!!!

 
Settimana tutta dedicata a Secondo Casadei a Gatteo Mare con artisti ogni sera pronti ad esibirsi in Piazza al ritmo delle più famose canzoni del grande artista.

                     
Hasta Pronto Gentes!!

Alessandro Pasini

Nessun commento:

Posta un commento